Seguici sui social!

L’industria cosmetica coreana : gli ingredienti del successo
Posted by

L’industria cosmetica coreana : gli ingredienti del successo

Se non hai mai utilizzato una crema per il viso coreana a base di “bava di lumaca” … beh, forse ti stai perdendo qualcosa di speciale.

Allo stesso modo potresti realizzare di non essere “al passo con i trend” se non spendi una o due ore al giorno, per almeno una o due volte a settimana, indossando una maschera coreana fatta con alghe marine.

Questi sono i due prodotti di punta che guidano gli ultimi trend dell’industria cosmetica partito dalla Corea del Sud e che si appresta a dominare il mercato occidentale.

Il colosso asiatico è notoriamente ossessionato dalla cura della pelle. Statistiche rivelano che le donne  sudcoreane spendano in prodotti  di bellezza il doppio dei loro guadagni rispetto alla loro controparte americana. Questo vale anche per gli uomini, che spendono tantissimo in prodotti dedicati alla cura della pelle. I maschi coreani sono tra i maggiori consumatori al mondo per quanto riguarda i “prodotti di bellezza”.

Una tale dedizione ed accortezza alla cura estetica testimonia il fatto che la Corea del Sud è attualmente  il paese più all’ avanguardia per quanto riguarda i prodotti per la cura della pelle, ed il numero di esportazioni riguardanti tali prodotti ha subito una notevola impennata .

Lo scorso anno la Corea del Sud ha esportato più di 2 bilioni di dollari in cosmetici, un nuovo record secondo i rapporti della dogana coreana, visto che nel 2014 il valore dell’ export per quanto riguarda i prodotti di bellezza era di “solo” 1.900 milioni. Una delle destinazioni principali di questo mercato sono gli Stati Uniti, dove l’ enorme crescita della compravendita di tali articoli si deve soprattutto a piccole e medie imprese, in genere messe su da giovani americani di discendenza coreana.

Gli ingredienti utilizzati sono molto diversi da quelli utilizzati in America ed Europa. L’estratto di bava di lumaca, per esempio, viene utilizzato per stimolare la formazione di collagene ed elastina, e viene utilizzato come emolliente e per il trattamento dei punti neri.

Un seguito di culto

Possiamo far risalire l’appeal dei prodotti di bellezza coreani in Occidente verso l’inizio del 2011, quando le sconosciute “BB cream” sono state lanciate per la prima volta sul mercato americano.

La BB cream è un ibrido tra crema emolliente e fondazione che le donne coreane utilizzano da decenni. Nel 2014, negli Stati Uniti, il mercato per questo specifico prodotto fruttava 164 milioni di dollari.
Rimangono comunque alcune nette differenze tra l’approccio coreano e quello occidentale alla cura della bellezza, ad esempio la routine quotidiana di trucco, che per le coreane diventa quasi un rituale religioso di 10 step.
Dal 2012 ad oggi non possiamo certo affermare che si sia affermata in Occidente una “cultura della bellezza” pari a quella coreana. Piuttosto quello a cui stiamo assistendo è quasi una sorta di imitazione ed ammirazione dello stile coreano, una specie di “seguito di culto”.

In verità sembra che la maggior parte delle occidentali che provano la “routine dei dieci passi” non abbiano più intenzione di continuarla, o perlomeno di non applicarla interamente. Dopo un po’ di tempo per molte di noi potrebbe risultare troppo dispendioso usare dieci prodotti al giorno, senza notare drastici cambiamenti sul tono della pelle.

E dunque quello che invece facciamo è sceglierci accuratamente i prodotti che riteniamo più benefici per la nostra pelle. Un essenza qui, una fialetta là, una maschera da tenere per le emergenze. Più che di emulare le abitudini coreane, tendiamo ad integrare queste nella nostra routine.
Ma il problema principale rimane, quali prodotti scegliere in mezzo a questa valanga di offerte?
Come al solito, bisognerebbe fare una scelta dettata dal buon senso: individuare una marca e pochi prodotti, e a questi fidelizzarsi

Share This:

0 Comments Off on L’industria cosmetica coreana : gli ingredienti del successo 366 24 June, 2016 Cosmetica e benessere June 24, 2016

Articoli più recenti

  • Il lato oscuro del kpop : traffici, abusi sessuali e l’omertà dei media.
    Il lato oscuro del kpop : traffici, abusi sessuali e l’omertà dei media.
  • Elogio di Sulli : spirito libero ed Instagrammer straordinaria
  • Jang Hyeon Seo – 21 Immagini
  • Seohyun (SNSD) per InStyle
  • Solar – Mamamoo – SEXY photoshoot
  • Yura – Girl’s day
  • Skin79 Hot PinK BB Cream – Una crema miracolosa
  • Song Ga Yeon – lottatrice MMA
  • Park Sora – 22 immagini
  • Cheng Xiao affronta gli Zombies!
  • Jung Minhee – 51 immagini
  • Lo “scandalo Choi” : cosa sappiamo finora
  • 5 progetti musicali femminili indipendenti che vi consigliamo di seguire
  • High Teen – Boom Boom Clap
  • Il kpop è morto: viva il kpop!
  • CL (2ne1) in tour negli USA
  • Hyemi – 28 immagini
  • L’ attrice Park So Dam parla di chirurgia plastica e del suo “essere diversa”
  • Ordinarie dimostrazioni di misoginia nei media coreani
  • Le BlackPink sono la “reincarnazione” delle 2ne1?
  • SunMi (Wonder Girls) per Star1
  • I 5 migliori film coreani dal 2010 ad oggi
  • Changdong diverrà la nuova capitale del k-pop?

I più letti

Ultime aggiunte