Seguici sui social!

Come il Movimento ‘MeToo’ in un solo mese sta trasformando la società coreana
Posted by

Come il Movimento ‘MeToo’ in un solo mese sta trasformando la società coreana

Un torrente di accuse provenienti dal movimento “MeToo” sta causando profonde crepe in molti ambienti e pratiche tradizionaliste della Corea Del Sud, diffondendosi a macchia d’olio dagli uffici legali per arrivare al mondo della cultura e dello spettacolo, fino a penetrare nel tessuto affaristico delle grosse corporazioni.
E’ passato un solo mese dalla scintilla che ha avviato il movimento, e molti esperti parlano già di una enorme ondata di cambiamenti che lascerà il Paese profondamente mutato.

Seo Ji-Hyeon

Il ‘MeToo’ coreano inizia con le coraggiose rivelazioni del Pubblico Ministero Seo Ji-Hyeon, che ha confessato apertamente di aver ricevuto molestie sessuali sul posto di lavoro.
Il 29 Gennaio 2018 Seo ha postato un messaggio sul gruppo di discussione interno del suo distretto, informando i suoi colleghi di una serie di abusi sessuali messi in atto dal suo ex capo dipartimento Ahn Tae-geun.
Le sue rivelazioni, che hanno dimostrato come persino gli uomini di legge, incaricati di difendere i cittadini, non siano esenti dal compiere reati relativi alla sfera sessuale, hanno scosso profondamente la società coreana.
Iniziato in ambiente legale, il ‘MeToo’ si è presto allargato al mondo delle arti e dello spettacolo, con accuse rivolte verso Lee Youn-taek, direttore artistico dello Yeonhee Street Theatre.
Poco dopo il nome di noti personaggi televisivi, inclusi gli attori Jo Min-ki e Cho Jae-hyun, sono stati travolti dalle accuse, e quando poi queste hanno coinvolto i preti Cattolici le radicate strutture sociali, e l’intrinseco sessismo presente all’ interno delle maggiori istituzioni coreane, sono immediatamente uscite alla luce del sole.
Si può dire che al giorno d’oggi il MeToo non sia semplicemente un movimento che richiede alle vittime di prendersi il “rischio” di confessare, ma un’ emergente culturale che sta modificando le pratiche ed i rapporti di potere nella società sudcoreana.
Alcuni sociologi stanno addirittura iniziando a dividere la storia della moderna società coreana in due periodi : quello antecedente il MeToo e quello successivo. In passato, infatti, la maggior parte delle donne che si dichiaravano vittime di abusi venivano additate come “eretiche”, in quanto minacciavano la stabilità dell’ ordine istituzionalizzato, o etichettate come “gold diggers”, questioni cui vi abbiamo tra l’altro già parlato raccontandovi la storia di Choi Jin-Sil.
Tuttavia le rivelazioni di Seo Ji-Hyeon hanno instillato la convinzione che il cambiamento sia possibile, le donne che in passato non hanno avuto il modo o il coraggio di parlare in passato adesso si stanno finalmente facendo avanti. La differenza, non di poco conto, è che oggi tutte quelle donne oggi SENTONO di aver la possibilità di realizzare tale cambiamento. Questa consapevolezza è ciò che, secondo gli esperti, può essere la chiave di volta per tutelare le donne anche nel caso in cui tale pratiche continuino a ripetersi in futuro.
Le investigazioni avviate dopo il caso Seo hanno nel frattempo rivelato nomi importanti e spinto il governo ad applicare severe misure: ad esempio affiora quello del poeta Ko Un, uno dei più importanti intellettuali della Corea contemporanea, che è stato spesso in discussione per il premio Nobel per la Letteratura, rischia di vedere tutte le sue opere rimosse dai libri scolastici.

Ko-Un

In molti stanno chiedendo a gran voce riforme del codice penale, in particolare l’Articolo 307 del Criminal Act sulla “diffamazione per mezzo di accuse pubbliche” in modo da tutelare chi decide di uscire allo scoperto limitando i rischi derivanti da tale esposizione.F

Fonte : The Hankyoreh

Share This:

0 Comments Off on Come il Movimento ‘MeToo’ in un solo mese sta trasformando la società coreana 554 04 March, 2018 Moda e Società March 4, 2018

Articoli più recenti

  • Cosa significa essere una taglia “Large” in Corea?
    Cosa significa essere una taglia “Large” in Corea?
  • ‘Busted!’, in onda su Netflix, non è il solito show coreano.
  • L’ultimo libro di Byung-Chul Han : ‘Nello sciame”
  • Guida per principianti alla moda coreana, in 10 punti
  • Oh Yeon Seo per ‘1st Look’
  • Molestie sessuali contro youtuber coreana : l’ attrice Bae Suzy abbraccia la causa della vittima
  • Le nostre 5 video-presentazioni preferite di Produce48
  • “A Korean Odissey”, drama coreano su Netflix
  • Le Fiestar si sono sciolte
  • Scandalo Fantagio; in pericolo Weki Meki, Astro ed Hello Venus?
  • Freshly Juiced Vitamin C Serum di Klairs : un portento contro acne, punti neri e difetti della pelle
  • “You and I” delle Dreamcatcher rappresenta esattamente ciò di cui il kpop ha bisogno oggi
  • Perché i giovani coreani rifiutano il matrimonio?
  • Lee Yeo Reum per Nylon Magazine
  • Cosa fanno le Lovelyz per combattere lo stress?
  • Le Blackpink hanno appena finito di filmare il Music Video per il loro comeback!
  • Kim Yuna per Marie Claire
  • Kim Tae Ri per ‘J.Estina’
  • 4 motivi per guardare ‘Stranger’ su Netflix. Oggi!
  • Le assurde diete delle celebrità coreane
  • I nostri 8 beauty product coreani preferiti del 2018
  • Kim Sung Ryung per Instyle
  • Le TWICE guadagnano l’ 11esima vittoria con “What Is Love?” allo “Show Champion”!
  • La Jeju Air è la prima compagnia coreana a permettere alle hostess di indossare gli occhiali

I più letti

Ultime aggiunte