Seguici sui social!

L’ultimo libro di Byung-Chul Han : ‘Nello sciame”
Posted by

L’ultimo libro di Byung-Chul Han : ‘Nello sciame”

Byung-Chul Han è uno scrittore di origini coreane di cinquantanove anni, che si è trasferito in Germania per approfondire la propria formazione letteraria, proprio in Germania è professore universitario della Universität der Kunste ovvero Università delle arti, dove insegna Scienze della Cultura, nella sua patria in Korea Han ha fatto studi tecnici in particolare metallurgia, totalmente opposti a quelli classici fatti in Germania, ciò si dimostra un valido esempio di come sia possibile studiare le arti partendo da una formazione tecnica molto solida.
Han oltre ad essere un insegnante è anche uno scrittore molto fecondo, ha pubblicato oltre venti monografie che trattano temi molto diversi contenutisticamente tra di loro. Una prima parte della sua produzione è dedicata alla filosofia classica, in particolare tratta di autori come Hegel e Heiddeger, in altre monografie invece si dedicata a temi più vicini al proprio Paese di nascita, legati al buddismo zen e al concetto di Shanzai. I testi che l’hanno reso famoso fanno parte della cosiddetta critica culturale, dove porta avanti critiche riguardanti la società contemporanea, come nella monografia La società della stanchezza, edita dall’editore Nottetempo che in seguito pubblicherà la maggior parte delle opere dell’autore in traduzione italiana facendolo conoscere anche nel nostro Paese.
Han ispirandosi alla corrente che nasce nella Scuola di Francoforte di cui facevano parte molti autori che l’hanno preceduto nel panorama filosofico tedesco, dedica molte opere all’analisi critica della industria moderna, e di come i sistemi di produzione e i prodotti di consumo rendono l’uomo quello che è nella società odierna.
La tesi di Han parte da un esempio sostanzialmente paradossale, egli infatti è convinto che la personalità del singolo soggetto e della società intesa come soggetto collettivo, non sono quello che erano all’inizio, ma cambiano a causa di una catena di eventi e processi che non sono chiari inizialmente.
Quello che il soggetto e la collettività vedono è influenzato da molteplici eventi, la formazione culturale affermatasi nel corso dei secoli, i valori trasmessi nell’ambito familiare, i rapporti interpersonali, l’informazione, ma anche e sopratutto la pubblicità e i media, se durante la vita del soggetto, vengono eliminati o modificati alcuni di questi rapporti l’identità del soggetto cambia e, sia il singolo che l’intera collettività di conseguenza sarà diversa da ciò che era all’inizio. Basta anche sottrarre uno di questi eventi dalla vita dei soggetti per modificare in modo molto diverso la realtà.
Questo è il motivo per cui Han tratta di temi che si sono evoluto in modo radicalmente diverso dal passato a seguito dell’affermarsi dell’epoca del digitale come la stanchezza, l’altro e l’amore.
Tutti questi temi vengono sviluppati da Han, attraverso il concetto di Psicopolitica, secondo Han infatti la politica in questa nuova era si attua attraverso l’informazione e i media, che influenzano la vita dell’uomo. Cosi’ temi come la trasparenza, assumono valore e significato diversi rispetto alla precedente epoca, trasformandosi nel vuoto di contenuti che appartengono ai gestori dei dati digitali. La stanchezza, se prima era una sensazione positiva perché era causata dal duro lavoro quotidiano, oggi è sempre presente perché il soggetto non ha un posto di lavoro o un luogo fisso dove lavorare ma è succube della produzione che gli viene quantificata rendendogli impossibile il riposare. Questi sono i due temi trattati nel libro Nello Sciame tradotto da Federica Buongiorno edito da Nottetempo nel 2015, in questo libro Han dà la propria visione del mondo nell’epoca del digitale spiegando cosa sia dal suo punto di vista.
Nello sciame tratta di molti argomenti, ma anche e sopratutto del rispetto nell’epoca dei Social Media e della sovranità, in un momento in cui sovrano non è chi risolve una crisi politica ma chi riesce ad avere maggiore riscontro mediatico, attraverso la pubblicazione condivisione di azioni negative come la diffamazione mediatica.

Lo sciame che dà il titolo al libro è uno dei concetti chiave trattati dallo scrittore, egli ritiene che nell’era del digitale non è più corretto utilizzare i termini di folla oppure di società, ma sciame è quello che identifica meglio l’agglomerato di individui privi ormai di personalità e individualità. Non serve più una filosofia che studi l’unicità dell’uomo o i rapporti tra gli uomini perché non esistono più, pur essendo connessi dagli scopi da raggiungere come gli insetti, gli uomini sono soli tutti uguali. Per studiare l’uomo quindi le scienze umane vengono messe da parte non serve più studiare i rapporti tra le diverse soggettività, per analizzare il nuovo modello dell’umanità servono matematica, statistica e contabilità che spiegano e analizzano come agisce la massa schiava del digitale e della tecnologia.
Il libro di Byung-Chan rappresenta una sfida per il lettore contemporaneo, che dopo aver preso atto dell’impossibilità di staccarsi dalla realtà schiava dei media e della tecnologia, deve trovare una soluzione in grado di aiutarlo ad affermare la propria personalità e non confondersi nello sciame, questo tema viene sviluppato negli altri libri dell’autore, che grazie alle proprie visioni sulla realtà contemporanea tenta di spiegare al mondo come reagire all’epoca moderna del digitale senza ricadere nella paura della tecnologia ormai impossibile in quanto ha assunto una posizione imprescindibile nel nostro mondo.

 

Share This:

0 Comments Off on L’ultimo libro di Byung-Chul Han : ‘Nello sciame” 52 17 July, 2018 Libri, Recensioni July 17, 2018

Articoli più recenti

  • Cosa significa essere una taglia “Large” in Corea?
    Cosa significa essere una taglia “Large” in Corea?
  • ‘Busted!’, in onda su Netflix, non è il solito show coreano.
  • L’ultimo libro di Byung-Chul Han : ‘Nello sciame”
  • Guida per principianti alla moda coreana, in 10 punti
  • Oh Yeon Seo per ‘1st Look’
  • Molestie sessuali contro youtuber coreana : l’ attrice Bae Suzy abbraccia la causa della vittima
  • Le nostre 5 video-presentazioni preferite di Produce48
  • “A Korean Odissey”, drama coreano su Netflix
  • Le Fiestar si sono sciolte
  • Scandalo Fantagio; in pericolo Weki Meki, Astro ed Hello Venus?
  • Freshly Juiced Vitamin C Serum di Klairs : un portento contro acne, punti neri e difetti della pelle
  • “You and I” delle Dreamcatcher rappresenta esattamente ciò di cui il kpop ha bisogno oggi
  • Perché i giovani coreani rifiutano il matrimonio?
  • Lee Yeo Reum per Nylon Magazine
  • Cosa fanno le Lovelyz per combattere lo stress?
  • Le Blackpink hanno appena finito di filmare il Music Video per il loro comeback!
  • Kim Yuna per Marie Claire
  • Kim Tae Ri per ‘J.Estina’
  • 4 motivi per guardare ‘Stranger’ su Netflix. Oggi!
  • Le assurde diete delle celebrità coreane
  • I nostri 8 beauty product coreani preferiti del 2018
  • Kim Sung Ryung per Instyle
  • Le TWICE guadagnano l’ 11esima vittoria con “What Is Love?” allo “Show Champion”!
  • La Jeju Air è la prima compagnia coreana a permettere alle hostess di indossare gli occhiali

I più letti

Ultime aggiunte